Home • Playbook
Playbook esercizi
Playbook esercizi
Sport Categoria Sottocategoria Accesso: Ordine: Ordine tipo: Autore Parole chiave
Esercizi trovati: 140 articoli, 861 diagrammi
Accesso:  Associato
Autore: Meneguzzo MassimoMeneguzzo Massimo
CONSIDERAZIONI GENERALI
Zona pressing come inversione del classico ruolo della difesa, che diventa attiva ed anticipatrice verso l’attacco stesso, forzando gli attaccanti a commettere errori.
Può essere adottata sia come filosofia di squadra, come atteggiamento aggressivo e fortemente reattivo del gruppo, sia come difesa tattica contingente, e allora verrà usata quando vogliamo cambiare ritmo alla gara, su canestro in contropiede, su tiro libero segnato, all’inizio del secondo tempo, o alternandola continuamente ad altri tipi di difesa, allo scopo di creare difficoltà e preoccupazione continua a chi ci deve attaccare. Bisogna forzare la palla in punti del campo dove sia possibile raddoppiare oppure costringere l’avversario al passaggio lob, a parabola lenta, facilmente intercettabile e deviabile.

- Il commettere falli è la debolezza più evidente della zona press.
- Molte squadre hanno un attacco che copre tutto il campo per combattere le difese pressanti, altre hanno schemi offensivi per operare contro i pressing a metà campo, ma pochissime hanno nel loro re-pertorio tutt’e due questi sistemi.
- La zona pressing 1-2-1-1 resta una difesa difficile da realizzare, in cui non bisogna troppo facilmente esaltarsi o abbattersi, ma applicarsi con fiducia, determinazione e volontà.

LA COSTRUZIONE
I giocatori devono saper, col tempo, distinguere autonomamente fra le differenti situazioni di gioco proposte dall’attacco.

Impostare subito il lavoro sul campo nella sua completezza, con lo schieramento base, e posizionare la difesa a seconda degli spostamenti della palla, affinché i giocatori possano visualizzare i movimenti difensivi, chiarirsi gli scopi e le singole responsabilità. Assimilati i movimenti generali, scendere nei particolari con esercizi specifici sui fondamentali richiesti: indirizzamento, raddoppio, recupero difensivo, etc.

Di volta in volta, simulare gli schieramenti avversari che ci troveremo ad affrontare partita per partita, facendo quei piccoli aggiustamenti utili ai nostri giocatori.

INGRESSO DELLA PALLA IN CAMPO
Sinistra
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Difesa
Sottocategoria: Difesa a zona
Parole chiavi: Difesa zona pressing 1-2-1-1
Visualizzazioni: 12
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Meneguzzo MassimoMeneguzzo Massimo
TECNICA DI RADDOPPIO
TRACCIARE LA PALLA

L’allenatore rimette da fondo sull’attaccante, che viene condizionato sul lato e raddoppiato. Impariamo ad eseguire la tecnica del raddoppio e a tracciare la palla. Teniamo per 5 secondi.
Numero diagrammi: 8
Sport: Basket
Categoria: Difesa
Sottocategoria: Difesa a zona
Parole chiavi: Difesa zona pressing 1-2-1-1
Visualizzazioni: 6
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
Giocatori divisi in due gruppi, in riga sulla linea di fondo, e numerati a coppie, allenatore con palla sulla linea laterale all’altezza della metà campo: l’allenatore chiama un numero e contemporaneamente lancia la palla in mezzo al campo; i due giocatori chiamati corrono per prendere la palla e giocare 1 c 1 sul canestro opposto.

Varianti: giocatori girati di spalle, giocatori seduti a gambe incrociate.
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Esercizi costruire contropiede
Visualizzazioni: 10
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
Giocatori a terzetti, sulla linea di fondo e lateralmente, il giocatore centrale con la palla: i giocatori eseguono una treccia stretta rimanendo lungo la fascia laterale ed utilizzando passaggi brevi e sottomano; dopo la conclusione chi ha tirato corre in apertura, chi ha eseguito l’ultimo passaggio corre in linea sulla fascia laterale, il terzo giocatore esegue la rimessa (o l’apertura dopo rimbalzo) e corre nella fascia centrale per ricevere e concludere sul canestro opposto.
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Esercizi costruire contropiede
Visualizzazioni: 4
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
Tre file di giocatori, due sulla linea di fondo con un giocatore con palla, ed una sulla linea laterale all’altezza della metà campo: i due giocatori sulla linea di fondo attaccano contro il primo della fila di metà campo; dopo la conclusione tutti e tre attaccano contro i successivi due sulla linea di fondo.
Dopo la conclusione tutti e cinque i giocatori attaccano contro tre difensori che arrivano dalla fila centrale; dopo la conclusione, i tre difensori attaccano contro i successivi due della linea di fondo che poi attaccheranno 2 c 1.
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Esercizi costruire contropiede
Visualizzazioni: 2
Voto: 5.05.0
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
Cinque giocatori, sulla linea di fondo, quello centrale con la palla: i cinque giocatori eseguono una treccia verso il canestro opposto; superata la metà campo chi riceve va a concludere e corre in difesa insieme a quello che ha fatto l’ultimo passaggio;
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Esercizi costruire contropiede
Visualizzazioni: 1
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
Giocatori a quartetti, 1 con la palla sotto canestro, 2 sulla linea di tiro libero, 3 e 4 sul prolungamento della linea di tiro libero: 1 passa a 2 che palleggia lungo la fascia centrale del campo, 3 e 4 corrono lungo le fasce laterali; 2 passa a 4 che tira in corsa e va sul lato opposto, 2 si sposta sul lato dove ha passato la palla, 3 va a rimbalzo;
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Esercizi costruire contropiede
Visualizzazioni: 4
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
2 c 2 su ¼ di campo, attaccante in ala con palla e guardia sullo stesso lato: il giocatore con palla esegue una penetrazione verso il centro, il difensore della guardia aiuta e recupera.
Numero diagrammi: 8
Sport: Basket
Categoria: Difesa
Sottocategoria: Difesa a uomo
Parole chiavi: Esercizi collaborazioni difensive
Visualizzazioni: 4
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Gebbia GaetanoGebbia Gaetano
Giocatori a terzetti, uno con palla in un angolo di fondo campo, un difensore di fianco a lui ed un secondo difensore più staccato: l’attaccante parte in palleggio a media velocità, il difensore vicino corre, recupera la posizione e lo costringe a cambiare direzione; il secondo difensore corre e appena possibile raddoppia.
Numero diagrammi: 7
Sport: Basket
Categoria: Difesa
Sottocategoria: Difesa a uomo
Parole chiavi: Esercizi collaborazioni difensive
Visualizzazioni: 3
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Dalmonte LorenzoDalmonte Lorenzo
PREMMESSA

Penso che a livello giovanile il gioco in contropiede e il gioco in transizione debbano prevalere sul gioco a metà campo, diventando l’impronta principale del nostro attacco.
Per ottenere questo dobbiamo sviluppare nei ragazzi una mentalità legata al desiderio di correre per fare il canestro più facile, il più velocemente possibile. Il contropiede primario sarà la nostra base di partenza da dove poi andremo a costruire passo dopo passo il nostro gioco in transizione. Le annate u13, u14 e u15 saranno fondamentali per quanto riguarda l’aspetto mentale di questa fase del gioco lavorando in particolare su situazioni di sovrannumero dal 2vs1 al 4vs3 spingendo i ragazzi a correre ogni volta che c’è un possesso in attacco.
L’aspetto più difficile da allenare è la conversione dal contropiede primario al contropiede secondario (la nostra transizione) quindi sarà importante stabilire regole semplici e chiare senza scordarci dei criteri più importanti per giocare il contropiede:
- spacing;
- timing;
- qualità del passaggio;
- 1vs1 in campo aperto (con e senza palla).

QUANDO CORRIAMO IL PRIMARIO?
- da rimbalzo difensivo degli esterni (o di un’ala se in grado di essere pericolosa in palleggio);
- da palla recuperata;
- conduzione laterale della palla.

QUANDO IL SECONDARIO?
- da canestro subito (rimessa veloce, buttando velocemente la palla in gioco tenendo impegnata la difesa sin da subito);
- da rimbalzo di un giocatore interno o del giocatore interno (quindi apertura);
- conduzione laterale.

Sarà importante organizzare la nostra transizione proponendo esercizi a tutto campo partendo da una base globale di 5vs0 per poi andare a "spezzare" allenando situazioni di 2vs0 e 3vs0 ponendo la nostra attenzione sui dettagli (passaggio d’apertura, ricezione in corsa, corsa e conclusioni dei lunghi, il ritmo). Il nostro schieramento prevede che la corsia centrale sia riservata ai nostri lunghi/ali e le corsie laterali ai nostri esterni.
Numero diagrammi: 5
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Giocare transizione livello giovanile
Visualizzazioni: 4
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Dalmonte LorenzoDalmonte Lorenzo
OPZIONE POST BASSO
Mentre la palla vola dalle mani dell’esterno a quelle dell’interno, il secondo rimorchio dovrà essere pericoloso senza palla giocando un taglio (se difesa non schierata) oppure portando un blocco diagonale per l’esterno sul lato debole.
Numero diagrammi: 7
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Giocare transizione livello giovanile
Visualizzazioni: 4
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Dalmonte LorenzoDalmonte Lorenzo
Doppio Pick and Roll.
Numero diagrammi: 8
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Contropiede
Parole chiavi: Giocare transizione livello giovanile
Visualizzazioni: 2
Voto: 3.05.0
Accesso:  Associato
Autore: Bianchi PieroBianchi Piero
PREMESSA
Non esiste un sistema difensivo valido in assoluto, ma quello più congeniale al gruppo che alleniamo.
È compito dello staff tecnico elaborarlo e migliorarlo nel corso della stagione.

CARATTERISTICHE CHE INFLUENZANO LE NOSTRE SCELTE DIFENSIVE
Taglia fisica. Siamo mediamente più piccoli della maggior parte delle altre squadre. Il nostro assetto base prevede un numero 4 che in realtà è un'ala piccola, sottodimensionato rispetto alla stazza delle ali forti. In più, ci troviamo spesso di fronte alla scelta obbligata di giocare con tre guardie e nessun "3" di ruolo.

NON forziamo il palleggiatore sul fondo o sul centro, ma difendiamo A MURO, con il naso sulla spalla dell'attaccante corrispondente alla sua mano forte
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Difesa
Sottocategoria: Difesa a uomo
Parole chiavi: Prinicipi difensivi
Visualizzazioni: 3
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Bianchi PieroBianchi Piero
DIFESA SUL PICK AND ROLL
Come già accennato, il sistema base prevede difesa di contenimento.
Di regola non facciamo show aggressivo a 90°, soprattutto per due motivi:
A) evitare una soluzione molto dispendiosa di energie e difficile da tenere per 40';
B) non esporre il nostro contro bloccante al rischio di commettere prematuramente falli nel caso sbagli i tempi dell’uscita.

Le regole che applichiamo sono sintetizzabili in alcuni semplici punti.

1. Il difensore sulla palla deve evitare di farsi battere sul lato OPPOSTO al blocco. Il palleggiatore "deve" andare sul blocco, perché è lì che scattano le collaborazioni difensive.
Il difensore sulla palla (XE) deve evitare di farsi battere sul lato OPPOSTO al blocco.
Il palleggiatore "deve" andare sul blocco, perché è lì che scattano le collaborazioni difensive.
Il difensore del bloccante esce “piatto”, mettendo in pratica quello che possiamo definire un contenimento alto ("flat") o addirittura uno show orizzontale.
Il passo e mezzo di uscita va fatto senza "aprire la porta", con l’obiettivo di forzare in orizzontale il palleggiatore impedendogli di entrare in area.
La mano interna (la sinistra nel diagr.) è alta per ostacolare l’arresto e tiro, quella esterna è bassa per impedire passaggi battuti al rollante.
Numero diagrammi: 5
Sport: Basket
Categoria: Difesa
Sottocategoria: Difesa a uomo
Parole chiavi: Prinicipi difensivi
Visualizzazioni: 2
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Scariolo SergioScariolo Sergio
A volte può essere curioso, perfino divertente ricercare l’origine di un movimento tecnico, un gioco, una difesa di successo, non ho dubbi che nel 99% dei casi arriveremmo alla conclusione che, più che di un’invenzione alla "Archimede pitagorico", si è trattato semplicemente di una riuscita osservazione/riflessione sulle caratteristiche e necessità di un giocatore o di una squadra, magari in certi casi più facilmente riproducibili ed adattabili a realtà diverse da quella "originale". Almeno, questo è il caso di uno dei giochi di attacco che le squadre che ho allenato hanno usato con più frequenza negli ultimi 10 anni, e che ho visto utilizzato spesso anche da altri allenatori nelle ultime stagioni; per semplificare lo chiamammo fin dall’inizio "doppia uscita", perché prevede per uno degli esterni la possibilità di uscire da un blocco di un lungo sia su un lato che sull’altro del campo.
Numero diagrammi: 12
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Doppia uscita
Parole chiavi: Sviluppo gioco attacco Doppia Uscita
Visualizzazioni: 3
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Scariolo SergioScariolo Sergio
Continua da articolo precedente ...

... oppure, andare dalla parte "invitata", lasciarsi raggiungere dal difensore, cambiare velocità e senso e uscire dalla parte opposta: in sostanza, usare finte e cambi di velocità per costringere il difensore a concedere l’uscita dalla parte opposta a quella da lui "concessa".
Numero diagrammi: 12
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Doppia uscita
Parole chiavi: Sviluppo gioco attacco Doppia Uscita
Visualizzazioni: 1
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Scariolo SergioScariolo Sergio
Poco enfatizzato, ma importantissimo il lavoro dei pivot bloccanti: la loro posizione ideale è un passo fuori dell’area, all’altezza della tacca "piena" del tiro libero, in modo da permettere un "aggiustamento" della posizione, una volta identificata la scelta del difensore (verso il basso, se insegue) ...
Numero diagrammi: 9
Sport: Basket
Categoria: Attacco
Sottocategoria: Doppia uscita
Parole chiavi: Sviluppo gioco attacco Doppia Uscita
Visualizzazioni: 0
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Tardiolo DanieleTardiolo Daniele
Disposizione: tutti i giocatori con palla divisi ai due canestri.
Obiettivo: progressione didattica per costruzione tiro.
Descrizione: il giocatore esegue un
tiro tenendo la palla con la sola mano forte in posizione corretta
(cameriere); poi tenendo la palla
anche con la seconda mano; poi
esegue un tiro da fermo dal palleggio;
Numero diagrammi: 6
Sport: Basket
Categoria: Fondamentali
Sottocategoria: Tiro
Parole chiavi: esercizi tiro
Visualizzazioni: 8
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Tardiolo DanieleTardiolo Daniele
Disposizione: 2 file di giocatori con
palla in postā€basso per ogni canestro.

Obiettivo: tiro in sospensione.

Descrizione: il giocatore esegue due
salti sul posto senza abbassare la
palla, al terzo esegue un tiro in
sospensione.
Numero diagrammi: 7
Sport: Basket
Categoria: Fondamentali
Sottocategoria: Tiro
Parole chiavi: esercizi tiro
Visualizzazioni: 2
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Tardiolo DanieleTardiolo Daniele
Disposizione: una fila di giocatori
con 2 palloni a metà campo per ogni canestro, coach in appoggio in ala.

Obiettivo: palleggio, passaggio dal
palleggio, tiro.

Descrizione: il giocatore con due
palloni palleggia verso la linea dei
tre punti, con la mano destra
esegue un passaggio al coach, con la sinistra fa un palleggio verso il
centro poi si arresta e tira. Dopo il
tiro corre verso il coach, riceve il
passaggio, esegue un arresto a due
tempi, ed effettua un altro tiro.
Numero diagrammi: 5
Sport: Basket
Categoria: Fondamentali
Sottocategoria: Tiro
Parole chiavi: esercizi tiro
Visualizzazioni: 5
Voto: Non disponibile
Accesso:  Associato
Autore: Tardiolo DanieleTardiolo Daniele
Disposizione: due squadre, una per
canestro, tre palloni per squadra, si
parte in posizione di ala.

Obiettivo: tiro da tre punti.

Descrizione: ogni giocatore di una
squadra effettua un tiro, se segna la
sua squadra aggiunge tre punti, se
sbaglia ne perde uno (si va anche
sotto lo zero). Vince la prima squadra che realizza 10 o 20 punti (in base al livello dei giocatori) per ognuna delle tre posizioni della metà campo (ala destra, centro, ala sinistra).
Numero diagrammi: 2
Sport: Basket
Categoria: Fondamentali
Sottocategoria: Tiro
Parole chiavi: esercizi tiro
Visualizzazioni: 3
Voto: Non disponibile
Pagina 1 di 7