Home • News
Il punto sulla stagione NBA

La stagione NBA è appena iniziata ma in queste prime 12 giornate disputate sono già emersi diversi spunti di riflessione. Mentre i Lakers di LeBron James guidano la Western Conference con poco vantaggio sugli Utah Jazz ed i Los Angeles Clippers, ad est la situazione è più intricata, anche se i Boston Celtics sembrano essere tornati tra i club più forti della lega.

Le favorite ad ovest: Lakers e Clippers

Dopo i movimenti di mercato che avevano portato a Los Angeles, sia sponda Clippers che sponda Lakers, alcuni tra i migliori giocatori della Lega, alla vigilia della stagione entrambe le franchigie losangeline erano accreditate come le favorite assolute per la vittoria dell’anello. La squadra di LeBron James, dopo essere riuscita a garantirsi le prestazioni sportive di Anthony Davis, la cui maglia è tra le più vendute sull’NBA Store, è infatti riuscita a portare alla corte del suo fuoriclasse cestisti estremamente funzionali al nuovo progetto e, dopo 12 gare, i risultati iniziano a vedersi. I Lakers guidano infatti la classifica con 9 vittorie e due sconfitte e sono secondo le scommesse sul basket di Unibet la squadra da battere in ottica vittoria finale. I Clippers, dal canto loro, stanno faticando leggermente a creare l’intesa giusta e, nell’attesa che Paul George torni dall’infortunio che l’ha tenuto fuori dal campo nelle ultime settimane, ricoprono la sesta posizione in classifica, a tre vittorie di distanza dai cugini gialloviola. La sensazione, ad ogni modo, è che Leonard e compagni stiano viaggiando ancora a basso regime e che ben presto riusciranno a compiere il salto di qualità che li rilancerà nella lotta al titolo.

Boston e Milwaukee guidano ad est

Mentre ad ovest, come detto, la classifica è guidata dai Los Angeles Lakers di LeBron James, nella Eastern Conference davanti a tutti c’è la franchigia che vanta il miglior record della Lega. Stiamo parlando dei Boston Celtics di coach Brad Stevens che sembrano nuovamente quella macchina perfetta che aveva incanto il mondo due stagioni fa. Eppure, dopo le cessioni estive di Irving e Horford, nessuno avrebbe potuto immaginare che il nuovo arrivato Kemba Walker avrebbe potuto contribuire in modo così tangibile alle crescita dei biancoverdi. Alle spalle di Boston, come prevedibile, ci sono i Milwaukee Bucks di Giannīs Antetokounmpo che, dopo aver vinto il titolo di MVP nella passata stagione, quest’anno spera di poter abbinare ai titoli individuali anche quelli di squadra. Il greco, reduce da un mondiale non propriamente entusiasmante con la maglia della sua Nazionale, pare intenzionato ad innalzare ulteriormente il proprio livello di gioco e la sensazione è che, se dovesse riuscire a migliorare ancor di più le sue percentuali nel tiro da tre punti ed ai liberi, avrebbe davvero pochi rivali all’interno della lega di basket migliore al mondo.

La stagione è solo agli inizi ma i tempi sono già maturi per tirare i primi bilanci. Nell’attesa di scoprire cosa saranno in grado di fare i Brooklyn Nets al ritorno di Kevin Durant e gli Warriors quando Thompson tornerà dall’infortunio, la Lega si gode l’ottimo periodo di forma di Celtics e Lakers, nella speranza che questa possa rivelarsi una delle stagioni più equilibrate di sempre.