0043 - Gli appunti del Clinic internazionale di Malta di M. Mondoni P.4

Ritorno al gioco-base e verifica del lavoro svolto
E’ importante ritornare al gioco-base e verificare se gli errori che erano stati commessi precedentemente sono diminuiti e la capacità di prestazione è migliorata.
Il terzo giorno ottimo lavoro “Dal Minibasket al basket giovanile” con ragazzi di 12 anni: lavoro sui fondamentali individuali e sulle situazioni di sovrannumero e sottonumero.

Sessione pratica

Il far giocare a pallacanestro a 11-12 anni, il maggior numero di ragazzi e il creare atteggiamenti positivi verso la pratica e lo sviluppo di allenarsi in modo regolare, richiede una metodologia di insegnamento che coinvolga il giovane giocatore, che lo incuriosisca continuamente con esercizi e giochi interessanti, emozionanti: tutto ciò stimola l'iniziativa personale, l’autonomia e la creatività.

Cosa sono gli esercizi semplificati?
Gli esercizi semplificati sono esercizi da svolgersi sotto forma di gioco-base; ogni gioco-base è pensato in funzione di uno scopo preciso da raggiungere. I giochi semplificati sono così definiti per:

  • il numero ridotto di giocatori che vi partecipano;
  • il terreno di gioco ridotto;
  • le regole di gioco semplificate;
  • perché le complesse azioni del basket sono ridotte ad una fase rappresentativa di situazioni e combinazioni di gioco, senza cambiare mai l'essenza del gioco della pallacanestro;
  • i ridotti compiti motori assegnati ai bambini e ai ragazzi.

Esercizi semplificati:

  1. 1 c 1 con la palla a tutto campo (con e senza appoggio).
  2. 1 c 1 a tutto campo senza palla (con appoggio con la palla).
  3. 1 c 1 in spazi più ristretti (con o senza appoggio).
  4. 2 c 1 a tutto campo e in spazi più ristretti.
  5. 2 c 1 a tutto campo: chi realizza canestro gioca 1 c 1 nel ritorno.
  6. 2 c 1 solo a passaggi o con palleggi e passaggi a tutto campo.
  7. 2 c 2 a tutto campo con conclusione a canestro.
  8. 2 c 2 a un canestro (continuità).
  9. 2 c 2 con l'obbligo di giocare 1 c 1 e se non è possibile, passare la palla al compagno e giocare con lui.
  10. 2 c 2 con l'obbligo di effettuare 3 passaggi di seguito, prima di concludere a canestro.
  11. 2 c 2 in spazi ristretti (a tempo).
  12. 3 c 1 a tutto campo con conclusione a canestro (continuità).
  13. 3 c 1 in spazi ristretti.
  14. 3 c 2 a tutto campo nell'andata, continuità 2 c 3 nel ritorno.
  15. 3 c 3 a tutto campo, partendo dal salto a 2 a metà campo.
  16. 3 c 3 in forma libera in spazi ristretti.
  17. 3 c 3 a un canestro: ci si dispone in campo come si vuole, l'importante è che dopo ogni passaggio chi ha passato la palla deve muoversi (occupare uno spazio libero, seguire, cambiare chiamando il compagno con cui si vuole cambiare di posto, etc.).
  18. Disegnare a terra con il gesso tre numeri fuori dall’area (1-2-3) e far partire i bambini da fondo campo.

Fasi di gioco (da ripetere ogni volta):

  1. A passa a B o a C e va a occupare uno spazio (o 1 o 2 o 3), B passa a C o ad A, di seguito fino a quando non si hanno i 3 giocatori disposti nelle tre posizioni (1-2-3) e conclusione a canestro;
  2. A passa a B o a C e va a occupare uno spazio (o 1 o 2 o 3), idem come sopra e contemporaneamente entra un difensore (D) e conclusione a canestro;
  3. A passa a B o a C e va a occupare uno spazio (o 1 o 2 o 3), idem come sopra e contemporaneamente entrano due difensori (D e F) e conclusione a canestro;
  4. Come sopra, fino ad avere 3 giocatori in attacco e 3 difensori e conclusione a canestro.

In queste fasi di gioco (di sovrannumero e sottonumero) è importante decidere velocemente cosa fare: penetrare a canestro in palleggio, tirare o passare la palla a chi si è smarcato o giocare con lui in dai e vai e se i difensori intercettano la palla, si gioca in continuità verso l’altro canestro.

  1.  Un giocatore sotto canestro (difensore) e altri due o tre posizionati fuori dall'area di tiro libero, in possesso di palla, che cercano di concludere a canestro (in entrata, con arresto e tiro, con arresto, un passo e tiro). Il difensore cerca di impedire facili conclusioni a canestro, si sposta rapidamente, cercando di contrastare gli attaccanti (senza commettere fallo); tutti a rimbalzo e chi rimane senza palla va in difesa e l'esercizio continua.
  2. Lo stesso esercizio prima con due e poi con tre difensori.
  3. Esercizio con tre giocatori: 1 corre e va a toccare il pallone di 2, cambia di direzione velocemente e va a difendere su 3, che deve concludere a canestro.
  4. 3 c 3 a tutto campo, partendo dai due cerchi delle aree, con palla lanciata dall'Istruttore, fino ad arrivare all'inizio della partita vera e propria, con salto della palla a due a metà campo, con regole da insegnare in progressione utilizzando il gioco dei "5 passaggi":
  • all'inizio non si può palleggiare;
  • successivamente si può palleggiare e passare
  • poi si può palleggiare, passare e tirare
  • infine, inizio vero e proprio della partita e gioco a tutto campo: tutti devono toccare la palla prima di concludere, poi ogni attaccante ha a disposizione solo un determinato numero di palleggi, poi gioco libero senza l'obbligo dei passaggi;
  • ogni volta che si è in attacco si deve giocare 1 c 1 e se non si conclude a canestro si deve passare la palla e giocare con il compagno.

Considerazioni finali
I bambini maltesi devono:

  • lavorare molto sullo sviluppo delle capacità motorie (poca forza negli arti superiori, non corrono bene, poco equilibrio);
  • migliorare i fondamentali individuali (specialmente il tiro e il passaggio);
  • occupare gli spazi;
  • decidere e fare in tempi brevi le scelte da effettuare durante il gioco.


Il Minibasket a Malta inizia a 8-9 anni e prima a scuola si lavora poco dal punto di vista delle capacità motorie e questo incide molto per il periodo successivo. 
A Malta non esiste un Torneo Nazionale di Minibasket, la Federazione organizza molti tornei e purtroppo, come in tutto il mondo, gli Istruttori vogliono vincere e preparano schemi di gioco, difese a zona, etc. Non educano le capacità motorie, correggono poco e tutto ciò incide notevolmente sulla capacità di gioco.
Ho presentato al Presidente un progetto da attuare a Malta dal titolo “I giochi con la palla e il gioco-sport Minibasket”, strumento utile per gli Insegnanti maltesi della Scuola Primaria, dove un esperto di attività motoria e Minibasket proporrà durante le ore curricolari attività di gioco con la palla, giochi e…..il Minibasket!

Prof. Maurizio Mondoni


Clicca per continuare la lettura ...




Prova il Basketball PlayBook di Basketcoach.net per disegnare i tuoi  schemi ed esercizi di pallacanestro - Software per allenatori di pallacanestro