0049 - Come allenare una squadra U13 nel Minibasket

Riportiamo un articolo tratto dal sito www.mauriziomondoni.com dove il professore allena una squadra U13 esordienti (la Sansebasket Cremona).

Obiettivi Under 13
Nell’Under 13 l’obiettivo principale dell’Istruttore deve essere quello di “dare ordine” al gioco in attacco (1 c 1 con e senza palla, giochi a 2 e a 3) e in difesa (difesa sull’uomo in possesso di palla e d’anticipo sull’uomo non in possesso di palla).

E’ importante lavorare sullo smarcamento (rapidità di piedi, velocità di esecuzione, lettura dello spazio), durante gli allenamenti bisogna perfezionare i fondamentali individuali di attacco e di difesa a uomo, insistendo sul perché si deve eseguire un determinato movimento piuttosto che un altro, in una particolare situazione di gioco (capacità adattamento e di trasformazione, di anticipazione e di scelta).

E’ questa una fase dove i giovani giocatori compiono ancora molti errori, quindi, l’Istruttore deve avere molta pazienza.

Per far capire ai giocatori la dinamica del gioco nella sua globalità, bisogna partire da un gioco-base (1 c 1, 2 c 2, 3 c 3 o situazioni di sovrannumero e sottonumero), con semplici idee di gioco in attacco e in difesa), da esercizi semplificati (giochi a 2 e a 3, in poco spazio, con regole diverse), per arrivare progressivamente al gioco organizzato a 2 e a 3.

Bisogna insistere sul contropiede, sul cambiamento repentino di mentalità del giocatore da attaccante in difensore e viceversa (continuità) e sui concetti principali della difesa individuale.

Per migliorare il gioco a 5, è meglio lavorare sul 3 c 3 in forma libera (senza palleggio all’inizio), perché giocando in tre si toccano più palloni, si ha più spazio a disposizione e minori sono gli impegni tecnici e tattici da seguire.

E’ importante lavorare molto sugli esercizi di 1 c 1 con e senza palla, sui giochi a due e sui giochi a tre (dai e vai e dai e cambia) e sullo sviluppo degli schemi motori di base (abilità semplici) per trasformarli progressivamente in abilità complesse (fondamentali individuali), attraverso l’educazione e lo sviluppo delle capacità motorie individuali.

All’inizio di ogni allenamento bisogna proporre molti esercizi di ball-handling (da fermi e in movimento), di mobilizzazione, occorre lavorare sulla coordinazione (funicella), sulla rapidità di piedi (scale) e sulla dissociazione arti superiori arti inferiori.

Esempi di esercizi di equilibrio, coordinazione, rapidità

  1. Esercizi di ball-handling, con uno o due palloni.
  2. Salti con la funicella (tutti i tipi) sul posto, in avanzamento, in arretramento.
  3. Proni, sollevarsi e rimanere in appoggio su un braccio e con l’altro palleggiare un pallone.
  4. Dalla linea di fondocampo, al segnale partire di corsa (ritti, di schiena, proni, supini, in decubito laterale) e percorrere una decina di metri alla massima velocità.
  5. Lo stesso esercizio in palleggio.
  6. Alzarsi e abbassarsi su un piede (dx e sx).
  7. Corsa in avanti e laterale nei cerchi.
  8. Corsa in avanti e laterale tra le bacchette.
  9. Corsa tra gli “over” in avanti, lateralmente.
  10. Tutti i tipi di “esitazione” alla scala a terra.
  11. “Skip” a ginocchia alte.
  12. “Skip” calciato dietro.
  13. Gli stessi esercizi palleggiando.
  14. Palleggiare in avanti: una mano palleggia e l’altra tocca il pavimento.
  15. A coppie: A seduto palleggia un pallone, riceve la pallina di tennis da B gliela ripassa.

 

Esempi di esercizi specifici combinati

  1. “Mai dire mai”: l’Istruttore con la palla, la fa rotolare a dx o a sx e il giocatore deve correre per recuperarla e concludere a canestro. Poi recupera il rimbalzo, ripassa la palla all’Istruttore e l’esercizio continua (3-4 volte di seguito).
  2. A coppie (A e B): A di fianco al canestro, palleggia due palloni contemporaneamente e al segnale va verso canestro, poi (senza interrompere il palleggio) con una mano passa un pallone a B (che è situato sotto canestro) e con l’altra conclude a canestro (da dx e da sx). Invertire i ruoli.
  3. A coppie: A sotto canestro, passa a B che si muove “a cerchio” attorno all’area e tira; dopo 5 tiri cambiare le posizioni.
  4. Due giocatori (A e B) posti a dx o a sx del canestro all’altezza della linea della lunetta (uno con palla e un difensore di fronte) e un giocatore (C) posto a sx o a dx all’altezza della linea della lunetta senza difensore davanti e l’Istruttore in possesso di palla. A gioca 1 c 1 contro B e dopo la conclusione a canestro deve correre velocemente a difendere su C che ha ricevuto la palla dall’Istruttore, mentre B va a rimbalzo e si sposta all’altezza della lunetta; continuità. Dopo 2’ sostituire il terzetto.
  5. 1 c 1: A palleggia 2 palloni e B difende (ma non può rubare).
  6. 1 c 1: A palleggia 2 palloni e B palleggia un pallone e cerca di ostacolare A che avanza.
  7. L’Istruttore di fronte ai giocatori: finta il tiro e tutti devono alzare le braccia.
  8. Lo stesso con l’Istruttore che finta l’entrata (a dx e a sx): reagire.
  9. Di fronte a una sedia, step (a dx o a sx), partenza incrociata, cambiare di mano, toccare la sedia e poi concludere a canestro (da dx e da sx).
  10. Giocatori di fronte alla sedia, movimento “baseball” e poi entrata a canestro (a dx e a sx, di dx e di sx).
  11. Giocatori di fronte alla sedia “esitazione” poi entrata a canestro (a dx o a sx).
  12. A coppie: A sotto canestro e B indietreggia a dx o a sx della linea di fondo, riceve il pallone e tira in equilibrio.
  13. L’Istruttore di fianco al canestro, lancia la palla in avanti, il giocatore corre, la prende, si arresta, giro e conclusione a canestro (di dx e di sx, da dx e da sx).
  14. Di fianco al canestro, saltare tre coni in fila e poi tirare. Da dx e da sx, di dx e di sx.
  15. Lo stesso esercizio con entrata in terzo tempo (da dx e da sx, di dx e di sx).
  16. Palleggiare liberamente, al segnale toccare il pavimento con 2 mani contemporaneamente, riprendere il palleggio e concludere a canestro.
  17. Da fermi: l’Istruttore di fronte con una pallina di tennis in mano e il giocatore di fronte che palleggia. Ogni volta che l’Istruttore fa cadere la pallina il giocatore deve smettere di palleggiare, toccare il pavimento (con una o due mani) e poi riprendere il palleggio.
  18. Lo stesso esercizio in movimento, l’Istruttore avanza e il giocatore indietreggia.
  19. Esercizi di 1 c 1, 2 c 2 e 3 c 3 (da tutte le posizioni): continuità.
  20. Esercizi di sovrannumero e sottonumero (da tutte le posizioni): continuità.
  21. Esercizio “Dan Peterson” a tre.
  22. 6 posizioni di passaggio: continuità.
  23. Tutti i Tracuzzi’s drills a metà campo.
  24. Tutti gli esercizi a 4 in area (si gioca in un quarto di campo).
  25. Tutti gli esercizi di contropiede.
  26. 3 c 3 in continuità.
  27. 5 c 5 a tutto campo (senza palleggio).

Clicca per continuare la lettura ...




Prova il Basketball PlayBook di Basketcoach.net per disegnare i tuoi  schemi ed esercizi di pallacanestro - Software per allenatori di pallacanestro