0035 - Lezioni di fondamentali: la transizione attacco-difesa e viceversa P1

Il contropiede è uno degli aspetti più eccitanti dello sport e soprattutto del basket, dove il possesso di palla, dalla difesa all’attacco e viceversa, cambia frequentemente e rapidamente.

I giocatori devono essere in grado di adattarsi a diverse situazioni:

  • non ho il possesso di palla, devo difendere;
  • ho il possesso di palla, devo attaccare;
  • sono in attacco, perdo il possesso di palla, devo difendere.

Questo continuo cambiamento del gioco, dall’attacco alla difesa e dalla difesa all’attacco, sono transizioni mentali o cambiamenti di mentalità, basati sul possesso o meno di palla.
Per giocare in contropiede, i giocatori devono essere in perfetta forma fisica, ma devono anche essere pronti mentalmente a questi cambi di mentalità.
Il contropiede inizia dalla transizione dalla difesa all’attacco, in base alle seguenti situazioni:

  • rimbalzo difensivo dopo un tiro sbagliato;
  • violazione dei 24 secondi;
  • passaggio rubato;
  • pallone rubato a chi ha la palla;
  • passaggio rubato su rimessa.

Per creare e terminare il contropiede, preferisco il contropiede primario.
Una volta che abbiamo la palla, i giocatori devono andare alla massima velocità verso il canestro offensivo , seguendo la via più breve, prima che la difesa possa recuperare e disporsi.
Personalmente credo che il contropiede secondario comporti dei limiti a quanto detto sopra, soprattutto i giocatori di livello giovanile, pensando a differenti soluzioni del contropiede secondario (primo traino, tipi di taglio) non si accorgono delle favorevoli occasioni del contropiede primario. Per costruire questo tipo di mentalità ci si deve allenare con esercizi il più simile possibile a situazioni di partita, come:

  • 1 c 0
  • 1 c 1
  • 1 c 2
  • 2 c 1
  • 2 c 2
  • 3 c 1
  • 3 c 2

TEST DI VELOCITÀ CON E SENZA LA PALLA
Un attaccante con la palla ed un difensore dietro di lui qualche passo distante. L’attaccante va a canestro il più velocemente possibile, ed il difensore deve toccare la schiena dell’attaccante prima che questi possa segnare il canestro (diagr. 1).


Clicca per continuare la lettura ...




Prova il Basketball PlayBook di Basketcoach.net per disegnare i tuoi  schemi ed esercizi di pallacanestro - Software per allenatori di pallacanestro