0027 - Collaborazioni Offensive - Andrea Capobianco

In questo articolo parliamo di collaborizioni offensive senza l'uso dei blocchi. Gli appunti sono di Enrico Petrucci, il relatore del clinic Andrea Capobianco.

LAVORIAMO SUI CONCETTI E NON SULLE CASISTICHE

Non è importante il singolo esercizio ma la coerenza con i concetti. Lavorare sull'obiettivo. Semplicità delle cose eseguite. Cos'è un giocatore autonomo? Cosa deve saper fare?

Primo step dell'insegnamento nel settore giovanile: attaccare 1c1 il canestro, con o senza la palla.

LA RESPONSABILITÀ INDIVIDUALE VA VISTA SEMPRE IN UN CONCETTO DI SQUADRA.

La collaborazione, a qualunque livello, deve essere alla base del nostro insegnamento.

OBIETTIVO DEL SETTORE GIOVANILE: tirare fuori i giocatori vincenti, no nel punteggio finale del tabellone, ma come conseguenza di una serie di azioni di gioco vincenti. In allenamento giochiamo per battere l'uomo e creare vantaggi ogni azione. Ogni giorno dobbiamo allenare al meglio delle nostre possibilità.

SEGNO DI GRANDE MENTALITÀ DI UN GIOCATORE È TOGLIERE QUALCOSA AL PROPRIO VANTAGGIO PERSONALE A FAVORE DELLA SQUADRA.

  • la pallacanestro è un gioco di vantaggi;
  • non si può giocare se non si hanno i fondamentali;
  • proporre problemi per far capire il gioco.
     

Contro la difesa ad uomo il posizionamento mi serve per mantenere il vantaggio, l'uso dei tagli mantiene il vantaggio. 3 deve andare sopra i piedi di X3 per mantenere il vantaggio del passaggio di 1 a 2 (diagramma). Con la "posizione fondamentale" mantengo il vantaggio.

Insegnare i fondamentali per far capire il senso del gioco: non taglio solo per muovermi ma per mantenere un vantaggio.

 


Clicca per continuare la lettura ...




Prova il Basketball PlayBook di Basketcoach.net per disegnare i tuoi  schemi ed esercizi di pallacanestro - Software per allenatori di pallacanestro