0028 - Clinic: Equilibrio nel settore giovanile di Stefano Bizzozi

IDEE DI GIOCO PER UNA SQUADRA UNDER 16

Il settore Giovanile Scavolini usa ormai da tempo sistemi di gioco non guidati. Difficile la definizione di questo modo di giocare, forse la più calzante potrebbe essere: si utilizza un tipo di gioco di fondamentali. La definizione di “gioco libero” in certi casi e fuorviante.
L’idea di base è semplificare le cose. Ridurre i “concetti”, concetti che riguardano gli istruttori, che li utilizzano per trasmettere le idee.
I ragazzi utilizzano le idee e i fondamentali per crescere nella propria creatività ed autonomia. Si sviluppano le individualità attraverso un lavoro sui singoli, che poi avrà un suo naturale sviluppo nella consapevolezza che la pallacanestro è un gioco di squadra.


IDEE DI BASE PER COSTRUIRE IL GIOCO


Avere chiaro che ogni movimento si utilizza per andare a canestro.
Ricerca dello spazio utile e vantaggioso.

Valutare la presenza ed il movimento dei compagni sul campo.
Solo in un secondo momento “leggere la difesa”: per ampliare soprattutto il bagaglio offensivo.

Mantenere un movimento continuo di uomini e palla sul campo.
Nell’idea di attaccare il canestro si dovranno rispettare delle precedenze. In linea generale, chi ha la palla o la passa avrà una precedenza sul movimento dei compagni. E’ importante che ogni giocatore abbia presente dove sono i compagni, per poter interrompere un movimento iniziato che può danneggiare quello di altri. Il movimento della palla o di un giocatore provoca sempre il movimento di tutti, seppure in spazi e momenti diversi dell’azione.

Un problema, che si risolve con il tempo e gli allenamenti, è stabilire il corretto tempismo tra i giocatori (precedenze): questo avverrà in modo naturale e come conseguenza del continuo lavoro sui fondamentali e nelle collaborazioni.

Altro problema è la capacità di scegliere corrette soluzioni individuali nel contesto del gioco. E’ importante in allenamento proporre situazioni che perfezionino i gesti tecnici e che immediatamente li “immergano” in situazioni di gioco e vicino al gioco.

Bizzozi propone una serie di esercizi:

Esercizio n° 1: fila sulla linea di fondo a cavallo della linea dell’area, coach da appoggio in punta. Passaggio all’appoggio e sprint in ala, ricezione a 1 tempo, strappare la palla, incrociare, 1 palleggio e concludere con un canestro in terzo tempo (Diag. 1).

Esercizio n° 2: come n°1, ma con arresto a 2 tempi ed eseguire riverse, concludere in terzo tempo.

Esercizio n° 3: come n°2, ma dopo il riverse, fronteggiare, strappare la palla, un palleggio, arresto e tiro.

Esercizio n° 4: come n°1, arresto a 1 tempo, strappare la palla, due palleggi e si deve eseguire o arresto finta e tiro o arresto “kiki move” e tiro.


Clicca per continuare la lettura ...




Prova il Basketball PlayBook di Basketcoach.net per disegnare i tuoi  schemi ed esercizi di pallacanestro - Software per allenatori di pallacanestro